Reprap Prusa i3: stampa autonoma, senza pc, senza diodi, senza pannello LCD… si è possibile!

Era un po’ di tempo che stavo valutando l’idea di far stampare da sola la mia i3.

Quella che viene chiamata Autonomos printing, cioè senza bisogno che la stampante sia collegata al PC.

Ci sono stati vari intoppi lungo il percorso… intoppi che ora vado ad illustrarvi!

Prima di tutto vi [ri]presento la mia ramps che uso sulla mia i3

Pololu messi in posizione pronti per essere saldati.

Pololu messi in posizione pronti per essere saldati.

Si tratta di una ramps che presi ormai più di un anno fa su Reprap World. Pessima scelta se ci penso :\
Prima di tutto questa elettronica non hai diodi sui punti D1 e D2 per la stampa autonoma, e fino a qua ci poteva anche stare, non avevo avuto bisogno che la macchina stampasse da sola fino ad ora. Ma se ci fare caso la maggior parte di pin di uscita della ramps, quelli sui cui si possono collegare gli shield per i pennalli LCD e simili non sono presenti… cioè ci sono ma non sono stati saldati i pin… quindi se li volessi dovrei metterli di mia iniziativa.
Se guardate nell’angolo in basso a sinistra della scheda, noterete  una serie di collegamenti FEMMINA per l’inserimento di un lettore di micro SD… peccato che oggi giorno quasi tutti i lettori micro SD venduti hanno loro stessi dei collegamenti FEMMINA… il che è un po’ un casino per l’accoppiamento delle due parti (scusate l’ambiguità della frase xD).

Chi ha comprato un kit come quello di gadgets 3d (come quello che mi è arrivato) si trova più facilitato dato che quelle elettroniche sono già configurate per la stampa autonoma, ed inoltre hanno già incluso il pannello LCD con lettore SD.

Prima di tutto… Come fare per collegare il lettore di micro sd alla ramps?
“Semplice”: mi comprato su ebay una quarantina di cavetti pin header Male To Male, come questi:

Cavetti pin header male to male.

Cavetti pin header male to male.

E li ho usati per collegare la ramps a questo lettore di schede, che mi è arrivato con il kit comprato da Fabster 3d.

Lettore microsd da gadgets3d

Lettore microsd da gadgets3d
http://gadgets3d.com/index.php?route=product/product&product_id=57

Fin qua tutto facile… basta rispettare i collegamenti dei pin e la scheda si collega alla grande!

Va poi modificato il FW (sprinter nel mio caso) in modo che la scheda vengaletta tranquillamente e si possa accedere ad i file al suo interno. Fatto questo sono riuscito a lanciare una stampa tramite Repetier Host. Ma così non era autonoma… Avrebbe sempre avuto bisogno del PC per funzionare.

Ho quindi recuperato un alimentatore da parete, di quelli che si usano per alimentare alcuni dispositivi, o per ricaricarle torce elettriche, che avesse un jack adatto a collegarsi all’arduino.
Ho seguito questo articolo per trovarne uno adatto. Infondo dicono proprio sul sito di Arduino che è possibile alimentarla sia tramite USB che tramite il jack.

Semplicemente collegandolo all’arduino  questo si accendeva (si nota bene perchè i led lampeggiano, sia quelli sulla ramps /arduino che sul lettore di micro sd). Ma la stampante non voleva saperne di partire anche se il file era caricato sulla scheda… Lo stesso file che avevo stampato poco prima.

Come fare? Cosa mi mancava?

Spippolando nel FW ho visto che c’era una seconda riga importante per il micro SD, e cioè quella che abilità va l’inizializzazione tramite la micro SD, leggendo i dati da un file che ho scoperto doversi chiamare “init.g”.

Trovato questo ho semplicemente caricato sulla micro SD un file chiamato init.g questa semplice istruzione

G28;

che non fa altro che mandare ad home tutti gli assi uno alla volta.

Non appena ho inserito la micro SD nel lettore e collegato l’alimentatore all’arduino la stampante è andata ad home DA SOLA, senza che nessuno abbia inviato un comando tramite la porta USB (dato che in quel momento era scollegata)!

Ok il più era fatto! Ora l’importante è solo capire come far stampare quello che volevo io!

Spulciando l’implementazione di Sprinter, per vedere quali erano i comandi del G-Code, ho trovato questi che facevano al caso mio

// M23 – Select SD file (M23 filename.g)
// M24 – Start/resume SD print

Ok ci siamo quasi 😀

Ho rinominato il file che voglio stampare in “print.g”, ho poi aggiunto al file init.g le seguenti righe di codice

M23 print.g;

M24;

Ho poi inserito la scheda nel lettore, alimentato il tutto con l’alimentatore da muro. E puff! Tutto è partito 🙂

La macchia è andata ad home, ha scaldato l’hotend, e ora sta stampando da sola dei pezzi 😀

Vi ricordo che la mia ramps non ha i diodi D1 e D2 per far si che l’arduino venda alimentato attraverso lo shield. Niente saldature 🙂
Posso usare l’adattatore da muro o il cavo USB tramite il PC a mio piacimento.

Le uniche modifiche da fare nel firmware è decommentare queste due righe

#define SDSUPPORT

#define SDINITFILE

Poi dovete procurarvi un lettore di micro-sd o SD, un alimentatore da muro e stop! Il gioco è fatto! 😀 Niente impazzimenti con saldature! 😉

Che ve ne pare? Vi può tornare utile?

Lascia un commento

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website.
Ok