(Italiano) Filament Extruder #3: ragioniamo sul motore

Sorry, this entry is only available in Italian.

6 comments

Skip to comment form

  1. Hai preso in considerazione l’idea di un riduttore planetario? tipo questo http://goo.gl/84N7eE , c’è anche un progetto molto carino da stampare http://www.thingiverse.com/thing:39138

    1. Ciao.
      Si avevo intravisto questo tipo di strumenti. Per il motore passo passo io preferirei comunque evitare, perchè voglio costruire un qualcosa che abbia meno elettronica possibile, e per pilotare uno stepper avrei comunque bisogno di un controller.
      La questione dei pezzi da stampare sarebbe fattibile, ma per una questione di replicabilità del progetto (così come per la possibile vendita di macchine simili) vorrei prima di tutto cercare se è possibile utilizzare prodotti già presenti in commercio 😉

  2. che cos’è il riduttore del numero di giri di un motore navale?

    1. ahah non lo so 😉
      quello dell’immagine l’ho trovato sul web, ma ti posso garantire che anche se sembrano grossi in verità non lo sono così tanto. Ne ho visto qualcuno adoperato per sollevare delle vasche ad una fiera, ed erano circa 50cm di altezza x 20-30cm di diametro 🙂 son grossi certo ma “nemmeno così tanto”, anche se poi ne puoi trovare di enormi 😛

  3. A distanza di qualche tempo riprendo questi commenti dicendo che anch’io mi sono trovato a dover far girare un albero di alluminio diam 50mm. (perchè non si fletta sotto sforzo) alla ragguardevole velocità di 0,1 rpm (si avete letto bene 1 giro ogni 10min.) sono partito da motore 24V con buona coppia 2Nm e 65rpm e messo 2 riduttori il primo 1:50 e il secondo 1:7 ossia rapporto finale 1:350.
    Alimentando a voltaggio più basso circa 16-17V il motore gira a 40rpm che diviso 350 siamo a 0,11 rpm necessario.
    Lo sforzo finale tangenziale dell’albero varia da 50Kg. a circa 150 Kg. ad una distanza di circa 3cm. dall’asse dell’albero (ma poi aumenta ma mano che si accumula il materiale sull’albero), ossia >55/60Nm oltre il limite soglia di rottura del piccolo NVR30 che dovrò sostituire se non voglio spaccarlo quando sforza molto.
    Tra motore e riduttore meno di 100 Euro e circa 40 Euro di alberini di connessione. Per quello che serve ha te… si può risparmiare un sacco.

    1. Spiegazione migliore non poteva esserci, purtroppo.
      La fatica che fa il motore è molto elevata questo non ci piove.
      Il motore in mio possesso sembra farcela. Solo che avevo problemi di fuoriuscita di materiale fuso, anche se con il teflon pensavo di aver sigillato a dovere. Niente di fatto ancora…
      peccato perchè avrei diversi kg di materiale da estrudere…

Leave a Reply

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website.
Ok